Collè Cioccolato

>>Collè Cioccolato

Sebbene Biella non abbia nulla a che vedere con l’immaginario Lansquenet-sous-Tannes,né con Flavigny-sur-Ozerain, paesino della Borgogna a una sessantina di chilometri di Digione, dove venne girato il famoso film con protagonisti Juliette Binoche e Jonnhy Deep, attraversando le vie del centro storico fino alla piazza Fiume, non è possibile accostarsi alle vetrine della Cioccolateria Colle senza che il pensiero vada alle immagini tutte francesi di Chocolat. E se nella storia nata dalla penna di Joanne Harris sono le figure di Vianne (interpretata nel film da Juliette Binoche), Armande (Judi Dench) e Anoux a reggere la struttura principale del romanzo, nell’azienda biellese sono Loretta Colle con la figlia e la nuora a dare vita a una attività tutta femminile.

Tuttavia le differenze con il lungometraggio esistono e non sono da poco: se nella fantasia sono sufficienti l’amore e la passione a rendere non solo possibile ma così straordinariamente coinvolgente la presenza di Vianne tanto da stravolgere la mentalità di un intero paese, nella vita reale, invece, la passione ha dovuto unirsi a lunghi anni di studio e applicazione per permettere a Loretta di carpire i segreti dei Maestri Cioccolatieri e di arrivare a possederne l’arte. Il primo laboratorio di Loretta viene aperto nel 2009 in via Arnulfo con l’intenzione di produrre per la vendita all’ingrosso e per le manifestazioni del settore. Tuttavia la richiesta sempre più pressante di vendita al dettaglio e l’aumento di produzione, convince la proprietaria a spostare il laboratorio in una sede più ampia e con uno spazio destinato alla vendita al dettaglio. Nel 2011, dunque, viene presa la decisione di traslocare in piazza Fiume, nel cuore del centro storico di Biella.

Dal 2012 la Cioccolateria Colle entra a far parte dell’ACAI, Associazione cioccolatieri Artigiani Italiani per la valorizzazione del cioccolato puro. Insieme alla passione e all’amore per il cioccolato, ciò che maggiormente contraddistingue l’azienda è la ricerca continua della qualità, raggiunta attraverso l’attenta selezione delle materie prime e dei produttori dai quali vengono reperite: – i migliori cru di cacao, prodotti dalla ditta svizzera Felchlin (http://www.felchlin.com), le cui fave di cacao vengono acquistate direttamente nelle piantagioni di cacao; – nocciole IGP piemonte; – specialità locali (liquore alla ciliegia, miele etc.). Inoltre non vengono utilizzati grassi idrogenati, surrogati, aromi ed essenze.

SPECIALITÀ DELLA CIOCCOLATERIA COLLE

Se Juliette Binoche poteva giocare ad indovinare i gusti dei clienti, nella Cioccolateria avrete l’imbarazzo della scelta e sarà difficile poter affermare con sicurezza: per me questo è il migliore. Negli espositori e nelle vetrine che si affacciano sull’antica piazza Fiume potrete ammirare: – Le praline. Da quelle classiche alla nocciola e mandorla a quelle più raffinate e esotiche: Mojito, aceto balsamico di Modena, zenzero e pepe rosa, peperoncino e rhum o fragole e champagne; – La frutta candita e ricoperta, come arancia, limone e zenzero; – I nocciolati prodotti esclusivamente con nocciole del Piemonte; – I dolci da taglio, come il classico cremino a tre strati o il nuovo gianduja ricoperto di granella di nocciola IGP Piemonte; – Le creme gianduja spalmabili senza aggiunta di grassi, dove viene sfruttata la consistenza dell’olio di nocciole per rendere la crema spalmabile; – Le tavolette: da degustazione, con un 64% di puro cacao Trinitario del Madagascar, dal gusto fruttato, ed un 72% di puro cacao Criollo dell’Equador, con note di caffè e di liquorizia. Non ci sarebbe da stupirsi se con il vento del Nord giungesse a Biella Jonnhy Deep a chiedere una cioccolata calda.